Supervisioni multi-strumentali
header
Supervisioni multi-strumentali

La ricerca empirica in psicoterapia ha individuato alcuni fattori la cui presenza/assenza e qualità correlano in modo significativo con i risultati dei trattamenti. La conoscenza teorica di questi fattori e di come questi fattori funzionino nei processi di cambiamento tuttavia non garantisce la capacità di applicarli in modo efficace. Accanto a una conoscenza esplicita, appresa nei manuali, occorre sviluppare una conoscenza implicita, appresa nella pratica. La supervisione multistrumentale consiste essenzialmente nell’applicare una serie di strumenti di valutazione a singoli trattamenti al fine di esaminare in tempo reale il loro andamento, i punti di forza e di debolezza nella loro conduzione.

Gli strumenti, scelti tra quelli internazionalmente validati, esplorano fondamentalmente le aree collegate ai fattori terapeutici noti (alleanza di lavoro, modelli operativi interni e loro riconoscimento, accuratezza degli interventi, relazione interpersonale reale, attività referenziale). Attraverso un sistema diagnostico operazionalizzato vengono anche considerate le indicazioni di trattamento e i foci dell’intervento.

La supervisione multistrumentale permette di valutare la qualità dell’intervento ma ha come scopo fondamentale l’attivazione di forme di competenza specifica da parte dei terapeuti/operatori nel trattare le variabili collegate con i risultati (fattori terapeutici).